Gazpacho

IMG_6364
Insieme alla paella il gazpacho è uno dei piatti tipici spagnoli più famosi, una zuppa fredda di ortaggi crudi, molto rinfrescante e ricca di vitamine, perfetta per la stagione calda. Non è la prima volta che lo faccio anzi, ne avevo già pubblicato qui una versione ispirata ad una ricetta di Simone Salvini, a base di solo pomodoro, molto semplice. Questo invece è più simile al gazpacho tradizionale, ma senza la mollica di pane raffermo, come prevederebbe la ricetta originale, in modo da renderlo più leggero, senza glutine e crudista! Visto che siamo a fine estate ma ancora abbondano pomodori, cetrioli e peperoni e fa relativamente caldo, ho pensato di dare un ultimo saluto alla bella stagione con questo piatto colorato.

Ingredienti per 2 porzioni abbondanti o 4 medie
400 g pomodori maturi misti tra san marzano e ciliegini
100 g peperone rosso
1 cetriolo medio
50 g cipolla rossa pesata già pulita
1 pezzetto di peperone giallo
2 cucchiai olio EVO
1 cucchiaio aceto di mele
erba cipollina fresca e qualche pomodorino per decorare

Tagliate a pezzi i pomodori, il peperone rosso, la cipolla e 100 g di cetriolo pesato pulito e senza buccia, quindi frullate tutto con un mixer, il più finemente possibile. Filtrate con un colino, schiacciando bene col dorso di un cucchiaio lo scarto che resta sul colino. In questo modo otterrete una passata liscia e spumosa, più piacevole al palato e più digeribile. Conditela con un po’ di sale, l’olio e l’aceto e distribuitela in piatti fondi (ma anche bicchierini se servirete il gazpacho come antipasto o aperitivo). Sbucciate il cetriolo rimasto e tagliatelo a rondelle e poi ogni rondella in 4, tagliate il peperone giallo a striscioline (io le ho tagliate in orizzontale in modo che ricordino la forma di un fiore). Decorate con i triangolini di cetriolo, le striscioline di peperone giallo, l’erba cipollina e i pomodorini. Arricchite se volete con un filo d’olio EVO e una spruzzata di pepe nero.

2 pensieri su “Gazpacho

  1. Ciao, complimenti per le ricette!! sono del Sud della Spagna, dove il Gazpacho e’ piatto forte e obbligato in ogni famiglia. E proprio ogni famiglia ha un piccolo segreto per farlo ancora più delizioso: se vi piace l’aglio, aggiungetene uno spicchio o due (senza germoglio), nel mio non manca mai! inoltre, se volete farlo più soffice al palato, potete aggiungere una carota cruda e frullata col resto d’ingredienti!! Tra l’altro, Gazpacho bello fresco e’ stata la mia sera proprio oggi!! grazie!

    • Grazie! Io adoro il gazpacho, bello fresco e dissetante 🙂 Grazie per le dritte, la prossima volta che lo faccio proverò ad aggiungere l’aglio e la carota (che adoro entrambi 😉 ). Purtroppo in Italia secondo me non è ancora un piatto così diffuso e apprezzato come dovrebbe…
      Se ti può interessare a questo link ne trovi una versione molto diversa ma ugualmente buona: http://nonsoloveg.altervista.org/gazpacho-di-pomodoro-pesca-e-cetriolo-profumato-al-basilico/ Lo chef Simone Salvini ne fa uno con pomodoro, anguria e fragole… Il bello dei piatti tradizionali è anche che si possono rivisitare e rinnovare a piacimento per scoprire nuovi gusti e nuovi abbinamenti, non trovi? 😉
      Besos!

I commenti sono chiusi.