Gelato alla nocciola

IMG_5630
Il gelato di banana è sicuramente ottimo e molto salutare (ricetta qui) ma ogni tanto d’estate un bel gelatino classico ci sta e, almeno per me, il gusto più classico e intramontabile è… sua maestà la nocciola! Segue al secondo posto i pistacchio 🙂
Dunque, fare questo gelato è davvero facilissimo, senza cottura e solo 3 ingredienti, e viene benissimo anche senza gelatiera. L’unica “difficoltà”, se così si può chiamare, è frullare le nocciole fino a formare una pasta morbida e non granulosa, ma basta avere il piccolo elettrodomestico adatto ed è fatta. Si chiama macinacaffè o macinaspezie, il mio è della Moulinex e costa davvero poco (dai 20€ ai 30€). Io lo uso molto per macinare i semi e la frutta secca, in base al tempo di macinazione si ottiene granella, farina oppure una pasta cremosa appunto. Per quest’ultima ovviamente ci vuole un po’ più di tempo e di pazienza ma il risultato è fenomenale! In alternativa si può utilizzare un mixer o tritatutto piccolo e molto potente oppure acquistare la pasta di nocciole già pronta ma non credo sia molto facile da trovare…

Ingredienti per due coppe:
100 g nocciole tostate
200 ml panna di soia (io uso quella della Provamel)
100 ml latte di soia

3 cucchiai circa di sciroppo d’agave (regolatevi in base ai gusti)
granella di nocciole per servire (opzionale)

IMG_5627Con l’apposito macinacaffè (vedi sopra) tritate le nocciole a lungo. Inizialmente otterrete una granella, poi una farina e infine una pasta. Continuate a frullare, interrompendo ogni tanto per smuovere l’impasto con un cucchiaino, fino ad ottenere una crema più liscia possibile. Consiglio di dividere le nocciole in due parti e frullarle in due volte, così sarà più facile. Poi trasferite la pasta di nocciole ottenuta in un frullatore (quello classico che si usa per fare i frullati di frutta), unite la panna di soia, il latte e lo sciroppo d’agave e frullate per amalgamare bene il tutto. In alternativa potete usare anche un minipimer a immersione. Versate il composto in un contenitore che riporrete in freezer, se avete la gelatiera è meglio ma io non ce l’ho! Nel mio freezer il gelato è pronto dopo 4 ore (i tempi possono variare in base al tipo di freezer) avendo però l’accortezza di tirarlo fuori e mescolarlo circa ogni ora o ogni ora e mezza. Se vi avanza potete lasciarlo nel freezer per tutto il tempo che volete ma tiratelo fuori almeno 20 minuti prima di consumarlo e lasciatelo ammorbidire un bel po’. Se dovesse essere troppo ghiacciato tagliatelo a pezzi e frullatelo con un mixer fin quando riprenderà la consistenza cremosa del gelato.

Caponata di melanzane

IMG_5593
Quest’estate particolarmente fresca e piovosa non invoglia a uscire molto, allora l’unica consolazione è mettersi ai fornelli e cucinare, sperimentare, assaggiare, insomma divertirsi un po’ con i buoni ortaggi che la stagione, nonostante tutto, ci offre. Tra i grandi protagonisti, oltre ai peperoni, ai cetrioli, alle zucchine e ai pomodori, ci sono senza dubbio le melanzane. Dopo il successo della parmigiana (ricetta qui) non poteva mancare la caponata!
IMG_5597Nella cucina siciliana il termine “caponata” indica  un insieme di ortaggi, di solito melanzane, condite con una salsa leggermente agrodolce fatta con pomodoro, cipolle, sedano, capperi e olive. Sembrerebbe che la parola derivi da “capone”, termine con cui in passato veniva chiamata la lampuga, un pesce pregiato preparato con questo condimento e consumato nelle tavole dell’aristocrazia. Nella cucina popolare e contadina invece, il costoso pesce era sostituito con le melanzane, più economiche e, aggiungerei, più buone, sane e cruelty-free!
Nella ricetta originale le melanzane andrebbero fritte, io propongo invece di cuocerle in forno, come già per la parmigiana, e garantisco che il risultato è ugualmente ottimo ma molto più leggero!

Ingredienti per 3/4 porzioni:IMG_5582
700 g melanzane (1 grossa o 2 piccole)
1 cipolla grande
60 g olive verdi denocciolate
25 g capperi sott’aceto
60 g gambi di sedano
250 g polpa di pomodoro a pezzetti
2 cucchiai di aceto di mele (o aceto bianco)
1 cucchiaio raso di zucchero di canna
Olio EVO, sale, basilico fresco per decorare

Tagliate le melanzane a cubetti regolari non troppo piccoli, disponeteli sulla placca del forno ricoperta di carta forno, conditele con poco sale e olio (circa 3 cucchiai), mescolatele e fatele cuocere in forno a 200 gradi per una ventina di minuti, rigirandole a metà cottura.
Nel frattempo preparate il condimento facendo rosolare in una padella capiente con un po’ d’olio la cipolla tagliata a fettine sottili e il sedano a pezzetti, fino a quando si saranno ben ammorbiditi. Quando le melanzane saranno cotte versatele nella padella insieme alle cipolle e al sedano e unite le olive tagliate a rondelle e i capperi. Fate insaporire un minuto mescolando e poi aggiungete la polpa di pomodoro e 200 ml d’acqua. Coprite e fate cuocere per una decina di minuti fino a quando il sughetto si sarà un po’ ristretto ma non completamente asciugato. A fine cottura unite lo zucchero e l’aceto (di mele se preferite un sapore più delicato, di vino bianco per un gusto più deciso). Mescolate e spegnete il fuoco. Fate raffreddare prima di servire, è un piatto che va mangiato a temperatura ambiente e non caldo, il giorno dopo è ancora più buono!

Crostata classica con pasta frolla all’olio e confettura

IMG_5520
Siamo in piena estate e questa non è propriamente una ricetta estiva. Ma considerate le basse temperature e la pioggia frequentissima che da più di un mese ci tortura, il forno si può tranquillamente accendere e una bella crostata ci sta eccome! Perfetta per la colazione di grandi e piccini, meglio ancora se farcita con marmellata autoprodotta e/o dolcificata con fruttosio, zucchero d’uva o anche senza zucchero!

Ingredienti per una teglia da 28 cmIMG_5507
370 g farina T2 (semintegrale) o, in alternativa, metà farina bianca e metà farina integrale
170 g zucchero di canna integrale di tipo Dulcita
8 g lievito per dolci
100 g olio di mais
100 g acqua
mezzo cucchiaino da caffè di vaniglia naturale in polvere
scorza di limone grattugiata
300 g confettura di frutta a piacere per farcire

Mescolate insieme farina, zucchero, lievito, scorza di limone e vaniglia. Poi unite olio e acqua e versate a poco a poco sugli ingredienti secchi impastando con le mani fino ad ottenere una pasta morbida. Staccate un piccolo pugno di pasta che terrete da parte per i biscottini decorativi. Il resto stendetelo con un mattarello su un foglio di carta forno fino ad uno spessore di circa mezzo centimetro o poco più o comunque fino ad ottenere un cerchio di pasta che stia perfettamente dentro la teglia compresi i bordi. Mettete sulla teglia con tutta la carta forno facendo aderire bene la pasta ai bordi e premendo sugli angoli. Bucherellate con una forchetta e spalmate sopra la marmellata. Poi stendete il pugnetto di pasta messo da parte e ricavate delle formine con degli stampini per biscotti che disporrete sopra la marmellata. Infornate a 175 gradi per circa 25 minuti. Fate raffreddare completamente prima di staccare la crostata dalla carta forno e gustarla.